L’erba che germoglia sull’asfalto

 


Due storie di vita, due storie di riscossa. La prima è quella di Ionut, un giovane immigrato che assaggia l’ingiustizia del carcere italiano, la violenza e la discriminazione, ma trova dentro di sé la forza per resistere e scrollarsi di dosso il passato. La seconda è quella di un giovane insegnante italiano a Tunisi durante la rivoluzione, e di un popolo intero che si solleva per andarsi a prendere un futuro di libertà. Due avventure che svelano la malvagità del potere, la sua forza oppressiva, ma che mostrano quanto più forte sia la vita che sempre riesce a emergere, con la sua invincibile fragilità, come fanno i fili d’erba che germogliano tra le fessure dell’asfalto.


L’erba che germoglia sull’asfalto

9 of 150 Donations
9 Donazioni
17,00

Seleziona il metodo di pagamento

Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.
Termini

Totale: 17,00€


 

9 of 150 Donations
9 Donazioni
Prezzo:

Dettaglio

Obiettivo Campagna

150 Copie

Obiettivo Minimo

50 Copie

Termine Campagna

12 Settembre 2022

Consegna Prevista

Novembre 2022

Info Autore

Bernardo Severgnini

Bernardo Severgnini

Bernardo Severgnini è nato a Terlizzi (BA) nel 1980. Dopo aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza a Crema (CR), nel 2000 si è trasferito a Genova dove ha conseguito la laurea in Geografia nel 2005. Nel 2006 ha svolto il servizio civile a Lucca, dove si è poi fermato per lavorare nell’ambito dell’accoglienza ai rifugiati. Dal 2010 al 2015 ha vissuto in Tunisia, dove è stato docente di Italiano presso le università di Tunisi e Gabes. Dal 2016 insegna geografia alle scuole superiori, inizialmente a Lodi, e dal 2019 a Livorno. Dal 2020 è membro del Movimento per la Decrescita Felice e attualmente è coordinatore del circolo di Lucca. Pubblica periodicamente articoli sul sito decrescitafelice.it, alcuni dei quali sono stati rilanciati anche su Comune-info e L’Antidiplomatico. Dal 2017 è sposato con Hajer e ha un figlio, Amir, nato nell’aprile 2018.

Sinossi

Il volume si compone di due opere: un romanzo breve, che dà il titolo all’intero volume, e un racconto intitolato “Gelsomino meccanico”.

Il romanzo breve, tratto da una storia vera, racconta le vicissitudini di un ragazzo romeno arrestato a Viareggio per uno scambio di persona e detenuto nel carcere di Lucca. La vicenda è narrata in prima persona dal protagonista, tranne l’ultimo capitolo in cui il narratore diventa l’autore stesso e il protagonista viene ritratto in terza persona. La prima parte è ambientata in Romania, dove Ionut vive la sua infanzia e adolescenza prima del suo arrivo in Italia. Nella parte centrale viene raccontato il suo ingresso in Italia, il suo arresto (settembre 2003), la sua carcerazione e le varie fasi del lungo processo, ma soprattutto la vita e gli avvenimenti quotidiani all’interno del carcere. Gli ultimi capitoli sono infine dedicati alla sua scarcerazione (luglio 2006), all’espulsione in Romania e al suo rocambolesco ritorno clandestino in Italia. Il tema principale dell’opera è la rappresentazione della macchina della “giustizia” e delle sue assurde dinamiche, a cui si allaccia fortemente il discorso sull’immigrazione e sugli ostacoli che la condizione di migrante comporta. La posizione critica dell’autore emerge a poco a poco fino a dispiegarsi ed esplicitarsi, nella parte centrale, in tutta la sua chiarezza, attraverso la descrizione degli eventi e le riflessioni del protagonista. La drammaticità della vicenda è compensata dal taglio ironico della narrazione, spesso sarcastico, continuamente pervaso da un senso di umorismo che svela il carattere grottesco delle peripezie che il protagonista ha dovuto affrontare.

“Gelsomino meccanico” è la cronaca della “rivoluzione” tunisina del 2011 dalla prospettiva di un giovane italiano, docente universitario a Tunisi. La vicenda dura una settimana e testimonia il susseguirsi degli eventi: dalle prime avvisaglie, alle manifestazioni di protesta, alla fuga del dittatore Ben Ali, ai disordini conseguenti al vuoto di potere creatosi nei giorni successivi. Mentre gli eventi storici si dispiegano sotto i suoi occhi, il protagonista si trova coinvolto in situazioni incredibili e drammatiche, nelle quali l’eccitazione positiva di trovarsi coinvolto in una grande sollevazione collettiva per la libertà si fonde con l’angoscia di dover sopravvivere in un contesto di pericolo, caos e frenesia. L’atmosfera elettrica di quei giorni particolari viene resa attraverso il ritmo incalzante della narrazione, con frasi brevi ed essenziali, tra le quali però si fa progressivamente strada una riflessione profonda sul senso della rivoluzione, del cambiamento e del progresso.

Web e Social

Come funziona

Leggi la sinossi e l’anteprima del libro, scopri qualche curiosità sull’autore e ordina in anteprima la tua copia.

La contribuzione minima è pari al prezzo di copertina più le spese di spedizione. Ma avrai anche la possibilità di ordinare più copie.

Se la campagna di crowdfunding raggiungerà l’obiettivo prefissato, ma anche se raggiungerà l’obiettivo minimo, il libro e le eventuali creazioni ti verranno inviate nei tempi indicati.

Potrebbe, però, accadere che la campagna non raggiunga l’obiettivo minimo e in tal caso riceverai un rimborso completo della somma versata.